Trasporti

Domenica 26 Ottobre, ore 16 – piazza Dante a Grosseto

Due carovane di auto da Civitavecchia e da Livorno convergeranno su Grosseto, arrivo previsto alle ore 15 al parco di via Giotto.
I manifestanti si sposteranno in corteo fino a piazza Dante, dove si terrà un grande comizio.
Decine di portavoce nelle istituzioni, parlamentari, consiglieri regionali, sindaci, consiglieri comunali, comitati, associazioni e forze politiche e semplici cittadini sì alterneranno sul palco e tra la gente per dire forte le motivazioni del NO all’autostrada Tirrenica (attraverso la messa a pedaggio dell’Aurelia e della Variante Aurelia) e proporre lo sviluppo di un vero progetto di mobilità integrata basato sull’uso di tutti i vettori di trasporto, dal ferroviario alla navigazione di cabotaggio.
La manifestazione è di tutti e aperta a tutti.
Un cittadino informato è un cittadino consapevole che può decidere per il buon governo del proprio territorio.

Sabato 16 Giugno alle ore 17.30 presso la Cooperativa Pantano di Tarquinia sarà costituito il primo gruppo ad adiuvandum, per affiancare Italia Nostra ed il gruppo di cittadini di Tarquinia che hanno firmato il ricorso contro l’autostrada.

Il ricorso avviato nel mese di Ottobre del 2011 denuncia il grave problema della viabilità e della mancanza di strade di collegamento e soprattutto in alternativa all’autostrada a pedaggio.

Il progetto definitivo del lotto 6A, oggetto specifico del ricorso, consiste in opere di adeguamento tout court della viabilità esistente sulla S.S. 1 Aurelia, tali da trasformare la strada Aurelia da Strada Statale in Autostrada a pedaggio.

L’ACU Toscana partecipa all’iniziativa.

Scarica il programma

Scarica comunicato stampa della Lista civica ‘Per il bene di Tarquinia’

TrasportiSaranno 3.400 le persone che verranno intervistate telefonicamente dall’11 novembre al 5 dicembre prossimo per capire come si muovono oggi i toscani. L’iniziativa, promossa progettata e curata dalla Regione Toscana – Settore Pianificazione Integrata della Mobilità e dei Trasporti e Settore Sistema Statistico Regionale, intende, infatti, studiare la mobilità della popolazione toscana e conoscere le abitudini di utilizzo dei diversi sistemi di trasporto.
Ai residenti selezionati, durante la rilevazione telefonica, realizzata con metodologia CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) dalla società Pragma srl di Roma, verranno poste alcune alcune domande relative agli spostamenti effettuati il giorno precedente l’intervista come, ad esempio, il comune di partenza/arrivo, il motivo ed il mezzo di trasporto utilizzato, gli orari degli spostamenti, ma anche la condizione professionale, il titolo di studio, il possesso o meno di auto.

Riuscire a monitorare il tasso di mobilità complessiva (quota di persone residenti che si spostano) articolato tra mobilità occasionale e sistematica (spostamenti giornalieri casa-lavoro) permetterà agli uffici regionali di avere una “mappa aggiornata” degli spostamenti in Regione e consentirà di migliorare ulteriormente le politiche di intervento nel sistema del trasporto pubblico in Toscana.

«In Toscana abbiamo oltre 400 chilometri di autostrade, quasi 900 di strade statali e 1.500 di strade regionali nonché 1500 km di rete ferroviaria – ricorda l’assessore regionale ai trasporti ed infrastrutture, Riccardo Conti -. Ogni giorno su questa rete milioni di persone e merci, per motivi diversi, sono in movimento e si spostano in autobus, in treno, in macchina, in motorino, in bici. Trasporti e vie di comunicazione sono indispensabili agli sca mbi, all’economia, ai contatti, e per gestirli al meglio sono fondamentali indagini che sappiano fotografare la propensione alla mobilità dei cittadini. Le politiche regionali, compresa la cosiddetta “cura del ferro”, partono proprio dai toscani, dalla valutazione dei dati raccolti su territorio regionale grazie ad indagini come questa. Per questo – ha concluso l’assessore Conti – mi auguro la maggior disponibilità e partecipazione dei cittadini toscani.»

Per ulteriori chiarimenti sull’indagine i cittadini potranno rivolgersi all’ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) della Regione Toscana, nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e nei giorni di martedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.30 telefonando gratuitamente al numero verde 800.860070.
maggiori dettagli saranno inoltre forniti dal Settore Pianificazione della Mobilità e dei Tr asporti (Monia Bartolozzi 055/438.4368), dal Settore Sistema Statistico Regionale (Claudia Daurù: 055/438.3585 Lucia Del Grosso – 055/438.3091) e dal Numero verde reclami 800/570530.

(Estratto: regione.toscana.it)